A.N.C.E.M. – Al teatro Diana la nuova stagione concertistica con l’Orchestra da Camera “Accademia di Santa Sofia”

Non un semplice momento di godimento artistico, ma un approfondimento di un particolare momento storico o di una determinata forma stilistica. Questo il motore che ha spinto l’A.N.C.E.M., Associazione Napoli Capitale Europea della Musica presieduta dal Maestro Filippo Zigante nel realizzare la stagione concertistica triennale 2018/2020 che si svolgerà al teatro Diana di Napoli (via Luca Giordano, 63).

Confermata la collaborazione con l’Accademia di Santa Sofia per il secondo anno consecutivo, una “Orchestra da camera” di eccellenza per la qualità dei suoi componenti e per le scelte programmatiche.

«Manteniamo fede alla parola data – dichiara Dino Falconio, presidente onorario Ancem – riprendendo quella che nel 2017 è stata una felice tradizione cittadina: i concerti dell’orchestra cameristica al Diana in un venerdì pomeriggio del mese». «L’AN.C.E.M. si presenta nuovamente al suo pubblico nell’accogliente cornice del teatro Diana – così Filippo Zigante – con un programma che parte da un evento che possiamo definire eccezionale: il capolavoro assoluto della “musica a programma”, le “Quattro stagioni” di Antonio Vivaldi».

«La stagione prosegue – conclude il direttore d’orchestra – conservando alto il prestigio artistico e la cura di una attenta diffusione della cultura musicale. Ogni programma, così come nel passato, è tematico, affrontando quindi un periodo definito della storia della musica, che viene così presentato al pubblico in maniera approfondita. La nostra attività conserva il suo carattere triennale: il programma di massima del 2019 è annunciato nelle sue linee fondamentali e quello del 2020 è in allestimento».

Concerto inaugurale venerdì 26 gennaio alle ore 17,30, con “Le Quattro Stagioni”. «Antonio Vivaldi – spiega Zigante – più volte si pone una finalità descrittiva, spesso derivata da fatti naturali (la tempesta di mare), o da particolari ambientazioni (la notte), ma è nella raccolta “Il cimento dell’armonia e dell’inventione” che la sua capacità descrittiva raggiunge il massimo livello espressivo, culminato nelle celebri “Quattro stagioni”».

Venerdì 16 febbraio alle ore 17,30 il secondo appuntamento della stagione con “Venezia e Napoli”. «Venezia e Napoli – racconta Zigante – furono due città emblematiche per lo sviluppo della musica europea: il programma mette a confronto le produzioni di artisti delle due Città del passato e dell’epoca a noi contemporanea».

Si prosegue il 16 marzo (ore 17,30) con “Monumenti della Musica” e il 20 aprile (ore 17,30) con “Gli Albori del Virtuosismo” entrambi incentrati sui concerti brandeburghesi e le sinfonie giovanili di Mendelssohn. «Con Bach l’arte del contrappunto supera il rigore formale per divenire linguaggio aperto e comprensibile al vasto pubblico, mostrando con chiarezza il collegamento con la musica strumentale italiana, in particolar modo con Vivaldi».

Il 18 maggio (ore 17,30) vede in programma il ’900 inglese. «Non poteva, nella nostra stagione, mancare un programma più vicino alla nostra contemporaneità. Ma anche in questo caso siamo voluti andare un po’ contro corrente. Il ‘900 europeo è stato influenzato soprattutto dalla scuola seriale di Schoenberg e dalla successiva evoluzione del linguaggio conseguente alla famosa “scuola di Darmstadt”. In Inghilterra però le cose andarono diversamente».

Il 2018 verrà chiuso dal ’700 napoletano a novembre e “I concerti per archi” a dicembre mentre nel 2019 sono previsti “I valzer della famiglia Strauss” (gennaio), “Grandi pagine strumentali” (febbraio), “I concerti brandeburghesi” e “Le sinfonie giovanili” (marzo), “Le serenate per archi” (aprile), “Dal Romanticismo alla Contemporaneità” (maggio), “Le musica francese del ’900” (novembre), “Spagna e Italia” (dicembre). Quello del 2020 è in fase di allestimento.

Ciascun appuntamento è dedicato ad una realtà del territorio impegnata nel sociale, come Notar Act, Rotary Club Napoli Castel dell’Ovo, A.M.I. Avvocati Matrimonialisti Italiani, Inner Wheel Napoli Castel dell’Ovo, Associazione “Un Cuore per Amico”, Associazione “Amici della Biblioteca dei Girolamini” e  A.L.T.S. – Associazione Lotta Tumore al Seno.

La rassegna si inserisce nella stagione “Diciassette & Trenta Classica 2018” di concerti del Teatro Diana di Napoli, giunta alla XXI edizione. «L’impegno del Teatro Diana – così Guglielmo Mirra, direttore artistico della sala vomerese – si conferma e si rafforza nel mondo della musica grazie al suo numeroso affezionato pubblico e ad artisti e formazioni musicali di elevatissimo livello internazionale».

A Massa Lubrense il primo hotel che accetta bitcoin in Campania

Velocità di transazione e assenza di commissioni. Questi i due motivi principali per il quale “Gocce di Capri”, hotel ubicato a Massa Lubrese, ha scelto di adottare come sistema di pagamento il bitcoin, risultando così il primo albergo ad offrire questo servizio in Campania.

«Grazie a questo sistema innovativo di pagamento – chiarisce Marco Cocurullo, general manager della struttura – le transazioni avvengono quasi istantaneamente anche da un continente all’altro. Tutto ciò è possibile grazie all’assenza di intermediario che ne rallenti il processo risultando un punto di forza per una realtà come la nostra che lavora con una clientela estera. Altro valore aggiunto è l’assenza di commissione sia per chi invia che per chi riceve».

Data la volatilità elevata di questa moneta virtuale, la decisione appare pioneristica. «Una scelta dettata da una parte per poter venire incontro al futuro – prosegue Cocurullo in quanto è stimato che tra qualche anno si pagherà esclusivamente con criptovalute, dall’altra per scommettere su una tecnologia in evoluzione».

Gocce di Capri è situato a soli 10 km dal centro di Sorrento e a 15 km da Positano, in un’area strategica da cui è possibile raggiungere molte delle principali attrazioni turistiche e patrimoni culturali come Pompei, la costiera amalfitana e Capri. L’hotel è gestito dalla Gocce – Villa & Resort Specialists, società specializzata nella gestione di ville di lusso, appartamenti, case vacanze e villaggi, con un portfolio di oltre 80 proprietà tra le costiere sorrentina e amalfitana, e in città come Sorrento, Amalfi, Massa Lubrense, Positano, Capri, Praiano, Napoli (www.goccedicapri.it).

Dino Cafaro e Paolo Fasulo presentano la Glacial Collection Hairstyle 2018

Si chiama “Glacial” ed è l’innovativa e audace collezione hairstyle di Dino Cafaro e Paolo Fasulo, che presenteranno domani 28 Gennaio alle ore 17.30 nel cuore di Vitulazio, in provincia di Caserta, da Dino Cafaro Hair Styling in Via Rimembranza 75. Si tratta di un evento stilistico dedicato alle nuove tendenze nel mondo dell’hairstyle: i due professionisti, legati da una reciproca stima oltre che da un rapporto di parentela, per svelare i segreti della collezione hanno realizzato un format speciale che parte dal concept all’esecuzione delle nuove linee taglio e acconciature uomo-donna, e finisce con una sfilata di abiti da cerimonia, per vivere a 360° i trend della moda e le ispirazioni più in voga del momento.

Un’occasione importante per scoprire quali saranno i codici della moda per la prossima stagione in fatto di outfit, make-up e capelli: grazie alla collaborazione con l’Atelier Sabatino, infatti, i modelli indosseranno meravigliosi abiti da sposa e saranno curati nel make-up da Patrizia Laudicino e i ragazzi della sua famosa Accademia di estetica e make-up con sede a S. Maria Capua Vetere.

«Il nostro lavoro è fatto di ricerca continua e tanti sacrifici – spiega Paolo Fasulo, titolare del salone di Paolo Fasulo Hairdresser, in Via Regina Elena 22 a Bellona –; sin dall’inizio della mia carriera ho visto nello sforzo il successo e, quando lo sforzo è globale e coinvolge più persone, si possono raggiungere obiettivi importanti. Oggi, è un piacere realizzare la Glacial Collection Hairstyle 2018 con Dino, che una volta è stato mio allievo, per lanciare un nuovo stile che cambia il modo di concepire il tradizionale mondo dell’hairstyle: l’ispirazione è “glacial”, fredda tendente al ghiaccio, estrosa. In realtà, vogliamo soltanto lanciare un messaggio forte, molto più artistico, cioè quello di esaltare una semplice e banale acconciatura da sposa. Armonica si ma non troppo comune, che esce un po’ fuori dai canoni della bellezza classica».

La collezione Glacial è rivoluzionaria, esprime innovazione, punta su nuove tecniche di colorazione dei capelli e valorizza un look pensato per donne che vogliono reinterpretare la propria femminilità. «Per me è un onore avere Paolo Fasulo al mio fianco nel mio salone – commenta Dino Cafaro, patron di Dino Cafaro Hairstyling a Vitulazio – poiché è stato il mio maestro, non solo al lavoro ma anche nella vita. Oggi ci confrontiamo e realizziamo insieme un evento importante dedicato a chi ama essere al centro dell’attenzione con look esclusivi in linea con gli ultimi trend. Sicuramente, ci sarà un seguito la prossima estate».

Le splendide composizioni floreali di Luana fiorista faranno da cornica alla sfilata; il Fabbricante di Gioielli di Marcello Cenname metterà a disposizione stupendi accessori; Dino De LucaFoto Studio Dima immortalerà con i suoi scatti fotografici la sfilata, le modelle, le acconciature realizzate da Dino e Paolo, per lasciarne un segno; e nel pomeriggio è previsto un aperitivo accompagnato dal Sax live di Ernesto Dolvi.

 

Dino Cafaro Hair Styling

Via Rimembranza 75

Vitulazio (CE)

0823 966668

Nuovi esami Formazione Professionale in Campania, l’applauso da Movimento e Si.Form.

“Ci siamo presi il giusto tempo per analizzare in ogni dettaglio la nuova modalità di esami di abilitazione professionale in Campania, sancita ufficialmente dall’ultimo Burc del 22 gennaio. Ammettiamo che ci sarà del bel lavoro da fare da parte delle agenzie formative per adeguarsi alle nuove regole, e sicuramente ci saranno alcune difficoltà tanto per le agenzie quanto per la Regione Campania in questa fase di lancio. Ma era un momento che andava prima o poi affrontato, altrimenti saremo rimasti fuori dagli attuali standard qualitativi della formazione professionale non solo europea, ma anche italiana”.

Lo affermano in una nota congiunta i rappresentanti del Movimento Libero e Autonomo e del Si.Form., le due maggiori associazioni di categoria delle agenzie formative campane.

“Il decreto legislativo – commentano Luca Lanzetta del Movimento e Raffaele Pagano di Si.Form. – che in qualche modo imponeva l’ammodernamento del comparto formativo, il 13/2013, del resto ha ormai cinque anni. Bisognava per forza arrivare, anche se in ritardo, a recepirlo. Tutto questo a tutela dell’utente finale e della qualità della formazione che a questo viene erogata”.

“Sicuramente – continuano – il sistema sarà perfettibile. Non a caso, in più passi si parla di questa fase come fase sperimentale. Da subito però verrà confermato un altro dato incontrovertibile e importante: le agenzie non saranno più esamifici; al contrario, con l’immissione dell’esperto SEP è venuta finalmente a crearsi una commissione che sa cosa sta giudicando, che ha le competenze e le conoscenze per giudicare l’allievo. In pratica sono spariti coloro i quali avevano fatto del commissario d’esame una professione”.

“Altro sforzo lodabile – concludono – sia da un punto di vista amministrativo che politico è la possibilità data all’agenzia formativa di indicare la data presumibile di esame, che sino ad ora veniva stabilita solamente dopo lungaggini burocratiche alla fine del corso da parte della Regione. Questo sarà uno sforzo sicuramente enorme per le agenzie formative e per la Regione ma sarà anche un ulteriore passo verso la chiarezza, la trasparenza e la legalità nei confronti dell’utenza”.

ACIIEF porta i corsi di formazione di acconciatore e massaggiatore estetico all’interno dell’istituto penitenziario

Da detenuti a acconciatori e massaggiatori. Per 24 ospiti della casa circondariale di Poggioreale (Napoli) sarà possibile seguire questi corsi di preparazione al lavoro di  “Garanzia Giovani” – il programma europeo di avvicinamento al mondo del lavoro rivolto ai giovani – grazie al contributo di ACIIEF, ente di formazione leader in Campania, che erogherà due percorsi formativi. Un modo per fornire elementi utili da spendere, una volta scontata la pena detentiva, nel mondo lavorativo per un reinserimento nella società più semplice.

I corsi, della durata di 200 ore, sono stati presentati oggi a Poggioreale e sono destinati a giovani inoccupati tra i 18 e i 29 anni non impegnati in altre attività nella struttura penitenziaria. Dodici detenuti avranno accesso al corso Acconciatore, che permetterà loro di apprendere le basi di taglio e messa in piega. Altri dodici allievi invece parteciperanno al corso Massaggiatore Estetico, una figura professionale completa che non opera solo nel settore del benessere ma anche in ambito sportivo.

Questo nostro impegno – afferma la direttrice di ACIIEF, la dottoressa Dolores Cuomova precisamente nella direzione che il nostro ente segue da anni, praticamente dalla sua istituzione. Chi opera a Napoli nel settore formativo ha una responsabilità che va ben oltre il fornire competenze e nozioni didattiche, ma deve saper anche educare al rispetto delle regole e alla legalità. Attraverso questi corsi non facciamo altro che proseguire su quel percorso che ci ha permesso di fornire una formazione di qualità ma anche di poter offrire un’alternativa a tanti giovani che altrimenti alternative non ne avrebbero avute tante, se non la strada. Noi, più della scuola pubblica, li prepariamo professionalmente al lavoro, ma soprattutto cerchiamo di trasmettere nei nostri allievi il valore del lavoro e la speranza nel costruirsi un futuro ‘pulito’ con le proprie mani”.

La mostra antologica dell’artista Barbara Karwowska a Castel dell’Ovo

È durata dal giorno 11 fino al 23 gennaio 2018 la mostra antologica dell’artista Barbara Karwowska, allestita presso le affascinanti sale del terrazzo di Castel dell’Ovo e a cura di Fedela Procaccini. L’artista era lì, con il suo amorevole e immancabile cane Totò, pronta ad accogliere i numerosi visitatori che ogni giorno hanno passeggiato tra le sale e, tra tante foto e richieste di informazioni, hanno dimostrato di aver apprezzato la mostra. Un luogo incantevole ha dunque fatto da cornice alle opere dell’artista che ha festeggiato nel 2017 i venticinque anni di vita nella città di Napoli, dove è arrivata nel 1992 dalla Polonia.

I dipinti di Barbara iniziano dal 1991, esattamente dal ritratto della dolce nonna dell’artista, quella che lavorava all’uncinetto e ha ispirato una delle sue linee pittoriche, i Centrini. Sono tante le opere firmate Karwowska che presentano questi centrini alle spalle delle figure o tra le varie ‘finestre’ dei dipinti, lì dove i volti, rappresentati perfettamente dall’artista nei loro particolari e nelle loro luci e ombre, guardano chi li osserva e sembrano toccare l’anima coi loro occhi.

Il percorso mostra opere come ‘7 giorni’, dove l’artista si ritrae per sette volti che portano gli stessi abiti ma al tempo stesso sono completamente diversi, in un cammino che raggiunge la domenica e la donna lascia che il corpo si lasci andare aprendo un po’ del vestito, nel sapore di una libertà finalmente raggiunta. Affascinanti e misteriose poi le opere del 2009 dedicate al Lanificio 25, dove Barbara con grande abilità pittorica e immensa passione propone personaggi e luoghi che sembrano in un’eterna attesa. Il percorso arriva poi all’ultima idea, nata e promossa nel 2017: i Tombolati, i sette volti di persone vicine all’artista ritratti mentre mostrano a parziale copertura del viso un numeretto della tombola, riproposto più grande alle spalle del volto come se fosse un’aureola. A Castel dell’Ovo era presente il primo dei Tombolati, quello che ha dato l’idea a Barbara Karwowska: il ritratto della giornalista napoletana Emilia Sensale, che è la voce narrante del video ed è felice e orgogliosa di far parte del meraviglioso percorso ricco di risultati e soddisfazioni che l’amica Barbara è riuscita a costruire.

Photo: Claudia Del Giudice

 

L’associazione Musica Libera presenta la Stagione Concertistica 2017/2018

L’associazione culturale Musica Libera presenta, venerdì 26 gennaio alle ore 17 presso la Fondazione Humaniter in Piazza Vanvitelli, 1 Aula Magna 4° piano scala C, la seconda parte della sua stagione concertistica 2017/18.

Durante l’incontro verrà illustrato anche il nuovo sito internet dell’associazione www.associazionemusicalibera.com  a cura di Crearts e lanciato il primo crowdfunding (coordinato da Lucio de Feo e Franco Piras) per il grande concerto pasquale di Sant’Eligio del 26 marzo in collaborazione con La Corale Giubileo diretta dal Maestro Filomena Scala.

Con questa raccolta fondi, la prima nella storia ventennale dell’associazione, oltre a voler attirare l’attenzione su un gioiello dell’architettura sacra napoletana come Sant’Eligio, il nostro obiettivo è riattivare l’organo della chiesa (non a canne), così da poter permettere anche ad altre formazioni di eseguire musica sacra in questo luogo meraviglioso.

Il “Concerto per Sant ‘Eligio” vede in programma il famosissimo “Stabat Mater” di Pergolesi in una versione per coro e strumenti da me curata e eseguita dalla Corale Giubileo e dall’Ensemble strumentale della nostra associazione. Il concerto sarà preceduto da una rara esecuzione delle Litanie in Sol minore di Francesco Durante, che di Pergolesi fu Maestro. Il tutto sarà ampiamente descritto anche sul nostro nuovo sito internet dove viene sottolineato come la nostra associazione si caratterizza per l’interazione con altre realtà culturali, la scelta di musicisti campani, perlopiù napoletani ”, spiega Lucio De Feo, presidente di Musica Libera.

Da domenica 11 febbraio sino a domenica 10 giugno, la Domus Ars (via Santa Chiara, 10) ospiterà 6 concerti con tanti protagonisti:l’11 febbraio si esibirà il duo Synthesis con Andrea Caputo, tra i più promettenti solisti di clarinetto che lo scorso anno non ancora ventenne ha vinto il Master biennale di specializzazione presso il Mozarteum di Salisburgo, dove attualmente studia sotto la guida del 1° clarinetto dei Wiener Philarmoniker. Il 4 marzo sarà la volta dei Brigan, formazione che fonde la musica di due tradizioni, quella campana con quella celtica. Il pianista Genny Basso, musicista nato nell’associazione Musica Libera, diplomato al Conservatorio di San Pietro a Majella e oggi molto apprezzato in Europa e in Giappone, si esibirà il 18 marzo.  L’Ensemble Novissimo, formato da

giovani e giovanissimi allievi del Conservatorio “S. Pietro a Majella” di Napoli suonerà il 15 aprile mentre i VibraPiano il 6 maggio. Gran finale il 10 giugno con Mimmo Maglionico e Roberto Trenca.

Programma

Stagione Concertistica 2017/18 della Associazione culturale Musica Libera

Domus Ars (via Santa Chiara, 10)

Biglietto 12 euro

Info e prenotazioni: 081 3425603

Domenica 11 febbraio ore 11

Duo Synthesis

Clarinetto: Andrea Caputo

Pianoforte: Lorenzo Pascucci

Musiche di Mozart, Saint- Saens, Brahms, Arnold

Domenica 4 marzo ore 11

I Brigan

Rua San Giacomo

Alala, villanelle, muineire, jote e tarantelle

Domenica 18 marzo ore 11

Recital Pianistico di Genny Basso

 

Domenica 15 aprile, ore 11

Ensemble Novissimo

Contrabasso solista: Renzo Schina

Direttore: Demetrio Moricca

Musiche di Bottesini, Mendelssohn, Puccini

Domenica 6 maggio ore 11

VibraPiano

Percussioni: Laura Francesca Mastrominico

Pianoforte: Fabio Espasiano

Musiche di H. Laberer, e S. Rachmaninoff

Domenica 10 giugno ore 11

Mimmo Maglionico e Roberto Trenca

“La musica dei popoli”

Confetti Maxtris e cioccolato Caffarel: un matrimonio perfetto

L’arte dei Maestri confettieri Maxtris sposa il finissimo cioccolato Caffarel:  da questo matrimonio nasce una nuova linea di prodotti dal sapore esclusivo e raffinato, il confetto Maxtris con il cuore di cioccolato Caffarel.

Continua la lettura di Confetti Maxtris e cioccolato Caffarel: un matrimonio perfetto

Due cuori e una SPA con IHF – Italian Hotels & Friends

Ospitalità italiana e territorio, in queste due parole si riassume la mission di IHF Italian Hotels & Friends, la prima rete innovativa di strutture indipendenti 100% made in Italy. Tutti gli hotel, infatti, condividono i medesimi obiettivi di ospitalità: non solo soggiorno, ma anche “Personal Touch” con veri e propri consigli su itinerari e attività per scoprire in modo approfondito il territorio.
Scegliere una struttura IHF – Italian Hotels & Friends significa scegliere la qualità di una rete italiana che garantisce numerosi plus, tra i quali ad esempio il benvenuto in prima persona dell’albergatore e l’accoglienza nella sua “casa” in un clima rilassato e familiare. Gli ospiti potranno vivere un’esperienza territoriale vera che rispecchia lo stile di vita dell’albergatore stesso.

Per San Valentino, coccole e benessere sono le leve principali delle esperienze offerte da IHF: trattamenti per coppia, percorsi wellness, menù detox e consigli mirati sulle remise en forme rendono sempre più completo il viaggio degli ospiti IHF.

NEL CUORE DI NORCIA TRA COCCOLE E BENESSERE

Palazzo Seneca, edificio storico umbro del XVI secolo, racconta 167 anni di storia. L’unicità sta nel legame imprescindibile con il territorio e con la comunità, che conferiscono valore alla struttura e alle esperienze vissute dagli ospiti.
Soffitti con volte a botte e a crociera, antichi pavimenti in pietra fanno da cornice ideale alla Sala Sibilla nella quale concedersi un bel massaggio, o alla Sala della quiete dove sorseggiare una tisanacon le erbe del Parco Nazionale dei Monti Sibillini. La vasca idromassaggio in pietra in una sala privata confina con la sala del bagno turco e della sauna. Queste aree insieme alle cabine per trattamenti, identificano una proposta di benessere su misura.

Per celebrare al meglio San Valentino, Palazzo Seneca propone un pacchetto per vivere un’esperienza di soggiorno in coppia davvero unica, che comprende:

•    Soggiorno di due notti in pernottamento e prima colazione
•    Un massaggio a persona da 45′ presso la Spa di Palazzo Seneca
•    Una cena romantica al Ristorante Vespasia con speciale menu a cinque portate
•    Una cena con menù tradizionale presso il Ristorante Granaro del Monte.
•    Ingresso alla SPA di Palazzo Seneca con sauna, bagno turco, idromassaggio, zona  relax e tisane

Prezzo del pacchetto per due notti: 671 euro per due persone in camera “Romantica matrimoniale”.

 

A DUE PASSI DAL LAGO DI COMO, SAN VALENTINO IN UN RURAL RESORT

Situato sull’Isola ecologica di Baggero, nella cuore della Brianza e sulle sponde del fiume Lambro, Il Corazziere nasce come struttura green, in grado di sfruttare il sole, l’acqua e il vento per produrre il 50% del suo fabbisogno energetico. Tutto questo è possibile grazie all’attività del suo mulino e dei pannelli solari di cui dispone e ai quali deve la certificazione “Silver Green”.

Per San Valentino Il Corazziere ha pensato a un pacchetto davvero speciale per coccolare i propri ospiti.

Una sorpresa gastronomica con i prodotti genuini a km zero di Baggero delizierà i palati degli ospiti all’arrivo in camera, proseguendo con un’ottima cena presso il Ristorante Il Corazziere. Occasione unica per gustare i sapori locali e per rilassarsi in dolce compagnia, condividendo un’esperienza di benessere nell’ esclusiva Biowellness Area con un massaggio rilassante e rigenerante Shiatsu di coppia A concludere questo romantico soggiorno è possibile approfittare di un’ abbondante e nutriente colazione servita direttamente in camera.

Nello specifico il pacchetto speciale comprende:

•    Pernottamento in una lussuosa Show Room Suite scaldata dal tepore del bio
camino
•    Vasca idromassaggio e cromoterapia a disposizione in camera
•    Box regalo gastronomico “Food of Baggero”
•    Ingresso esclusivo e privato di 1 ora presso la Biowellness Area
•    Massaggio rilassante e rigenerante Shiatsu di coppia della durata di un ora
•    Cena romantica presso il Ristorante “Il Corazziere”
•    Romantica colazione servita in camera

Il costo del pacchetto è di 330 euro per 2 persone.

Per maggiori informazioni: www.ihf-hotels.it

Bimago decora la casa e l’ufficio dei tuoi sogni

Che il tuo ambiente preferito, oppure quello in cui trascorri più ore, sia il tuo ufficio oppure il tuo appartamento, Bimago ti offre la possibilità di renderlo allegro, esteticamente gradevole e sempre diverso. Come? Alcune delle soluzioni  – tra le più ricercate – proposte da quest’azienda sono i quadri dipinti a mano, le stampe su tela e le riproduzioni.

Continua la lettura di Bimago decora la casa e l’ufficio dei tuoi sogni